Difference between revisions of "Tmp/modifiche prove evacuazione"

From Web
Jump to navigation Jump to search
m
m
Line 1: Line 1:
 
Doumento in fase di redazione, non ancora comunicato ai destinatari.
 
Doumento in fase di redazione, non ancora comunicato ai destinatari.
 +
 +
__TOC__
 +
 +
==Ai coordinatori==
  
 
Agli  
 
Agli  
Line 43: Line 47:
 
* comunicare il tutti dentro al termine della prova
 
* comunicare il tutti dentro al termine della prova
 
* condividere gli appunti con gli ALP in modo che appaiano nel verbale della prova
 
* condividere gli appunti con gli ALP in modo che appaiano nel verbale della prova
 +
 +
 +
==Agli addetti anti-incendio==
 +
 +
 +
Agli
 +
* ALP del DIEF
 +
* alle persone indicate come Addetti Anti-incendio nei piani d'emergenza,
 +
e per conoscenza a
 +
* Marco Zucchi
 +
* agli SVI del DIEF
 +
* al presidente della commissione spazi e servizi.
 +
 +
Assieme ad Elena Fabbri, Miriam, Francesca Gambetta e Rosario Giuffrida,
 +
ho partecipato ad un incontro sulla sicurezza organizzato
 +
dall'ufficio protezione e prevenzione.
 +
 +
Tra le cose interessanti che ho sentito quella che per me e'
 +
stata piu' rilevante riguarda la gestione delle prove di evacuazione
 +
in cui si da molto piu' importanza alla persona che ricopre il ruolo di
 +
* coordinatore dell'emergenza
 +
spostando la visione da "prova tecnica di evacuazione"
 +
a simulazione di una emergenza.
 +
 +
Durante le nostre prove non viene "provato" il comportamento di coloro che dovrebbero intervenire in caso di emergenza che sono elencati nei documenti relativi agli edifici del DIEF nella seguente pagina del servizio prevenzione e protezione:
 +
* http://www.spp.unimo.it/piani_di_emergenzaModena.html link "Addetti Emergenza"
 +
 +
Nei piani di emrgenza c'e' scritto:
 +
 +
 +
Gli Addetti Antincendio sono coloro che hanno seguito l’apposito corso di formazione
 +
antincendio:
 +
* in caso di emergenza dovranno collaborare e contribuire a domare la situazione di emergenza;
 +
* nel caso di allarme acustico di evacuazione, prima di abbandonare l‘edificio, si sincerano che tutti
 +
abbiano lasciato il proprio posto di lavoro facendo un rapido sopralluogo in tutti i locali agibili,
 +
compreso i servizi igienici, ecc.;
 +
* si preoccupano, inoltre, della incolumità di eventuali ospiti 0 operatori di Ditte manutentrici esterne,
 +
dando loro le informazioni necessarie per uscire dall‘edificio in modo sicuro;
 +
* si accertano che persone portatrici di handicap, eventualmente presenti, 0 persone che potrebbero
 +
avere particolari difficoltà (neoassunti, donne gravide, etc.) siano debitamente assistiti da colleghi o
 +
da persone presenti al momento, per essere accompagnati in sicurezza fuori dall’edificio;
 +
* prestano attenzione alla eventuale segnalazione sonora di emergenza di persone bloccate negli
 +
ascensori senza ritorno al piano per poi riferire ai Vigili del Fuoco, direttamente o attraverso la
 +
persona che prowede alla chiamata descritta al precedentemente punto 4.3.1;
 +
* una volta assolti ai compiti indicati in precedenza, si portano sollecitamente nel punto di raccolta
 +
per la formazione delle squadre di emergenza per mettere in atto le azioni previste al precedente
 +
punto 5 (comportamenti per la gestione delle emergenze).
 +
 +
Durante la prossima prova di evacuazione sarebbe bene che anche gli addetti anti-incendio non direttamente coinvolti nella prova simulassero una situazione di emergenza, seguendo il piano scritto per l'edificio.
 +
 +
Ad esempio al segnale d'allarme della prova il coordinatore potrebbe:
 +
* recarsi in direzione del punto di ritrovo e seguire le istruzioni del coordinatore dell'emergenza

Revision as of 18:28, 21 May 2019

Doumento in fase di redazione, non ancora comunicato ai destinatari.

Ai coordinatori

Agli

  • ALP del DIEF
  • a tutti i docenti indicati come Coordinatori dell'emergenza nei piani d'emergenza,

e per conoscenza a

  • Marco Zucchi
  • agli SVI del DIEF
  • al presidente della commissione spazi e servizi.

Assieme ad Elena Fabbri, Miriam, Francesca Gambetta e Rosario Giuffrida, ho partecipato ad un incontro sulla sicurezza organizzato dall'ufficio protezione e prevenzione.

Tra le cose interessanti che ho sentito quella che per me e' stata piu' rilevante riguarda la gestione delle prove di evacuazione in cui si da molto piu' importanza alla persona che ricopre il ruolo di

  • coordinatore dell'emergenza

spostando la visione da "prova tecnica di evacuazione" a simulazione di una emergenza.

Durante le nostre prove non viene "provato" il comportamento di coloro che dovrebbero intervenire in caso di emergenza che sono elencati nei documenti relativi agli edifici del DIEF nella seguente pagina del servizio prevenzione e protezione:

In particolare il Coordinatore dell'emergenza accentra su di sè l'organizzazione per il controllo e la risoluzione dell'emergenza coordinando le squadre di emergenza (composte da Addetti Antiincendio e Primo Soccorso) ed i contatti con eventuali soccorsi esterni (pompieri e 118).

Dai documenti del sito SPP le persone coinvolte come coordinatori per il DIEF sono:

  • Massimo Borghi
  • Luigi ROVATI
  • Alessandro CAPRA
  • Cristina LEONELLI

Durante la prossima prova di evacuazione sarebbe bene che anche i coordinatori designati simulassero una situazione di emergenza, seguendo il piano scritto per l'edificio.

Ad esempio al segnale d'allarme della prova il coordinatore potrebbe:

  • andare all'armadietto dei DPI dell'edificio per procurarsi
    • il piano di emergenza, penna e un foglio per gli appunti
    • il megafono e quanto stimato utile per la gestione dell'emergenza
  • recarsi in direzione del punto di ritrovo e prendere il controllo della prova
  • coordinare e prendere nota di quali saranno gli addetti che interverranno
  • raccogliere le informazioni dalle persone e dagli addetti che escono dall'edificio
  • comunicare il tutti dentro al termine della prova
  • condividere gli appunti con gli ALP in modo che appaiano nel verbale della prova


Agli addetti anti-incendio

Agli

  • ALP del DIEF
  • alle persone indicate come Addetti Anti-incendio nei piani d'emergenza,

e per conoscenza a

  • Marco Zucchi
  • agli SVI del DIEF
  • al presidente della commissione spazi e servizi.

Assieme ad Elena Fabbri, Miriam, Francesca Gambetta e Rosario Giuffrida, ho partecipato ad un incontro sulla sicurezza organizzato dall'ufficio protezione e prevenzione.

Tra le cose interessanti che ho sentito quella che per me e' stata piu' rilevante riguarda la gestione delle prove di evacuazione in cui si da molto piu' importanza alla persona che ricopre il ruolo di

  • coordinatore dell'emergenza

spostando la visione da "prova tecnica di evacuazione" a simulazione di una emergenza.

Durante le nostre prove non viene "provato" il comportamento di coloro che dovrebbero intervenire in caso di emergenza che sono elencati nei documenti relativi agli edifici del DIEF nella seguente pagina del servizio prevenzione e protezione:

Nei piani di emrgenza c'e' scritto:


Gli Addetti Antincendio sono coloro che hanno seguito l’apposito corso di formazione antincendio:

  • in caso di emergenza dovranno collaborare e contribuire a domare la situazione di emergenza;
  • nel caso di allarme acustico di evacuazione, prima di abbandonare l‘edificio, si sincerano che tutti

abbiano lasciato il proprio posto di lavoro facendo un rapido sopralluogo in tutti i locali agibili, compreso i servizi igienici, ecc.;

  • si preoccupano, inoltre, della incolumità di eventuali ospiti 0 operatori di Ditte manutentrici esterne,

dando loro le informazioni necessarie per uscire dall‘edificio in modo sicuro;

  • si accertano che persone portatrici di handicap, eventualmente presenti, 0 persone che potrebbero

avere particolari difficoltà (neoassunti, donne gravide, etc.) siano debitamente assistiti da colleghi o da persone presenti al momento, per essere accompagnati in sicurezza fuori dall’edificio;

  • prestano attenzione alla eventuale segnalazione sonora di emergenza di persone bloccate negli

ascensori senza ritorno al piano per poi riferire ai Vigili del Fuoco, direttamente o attraverso la persona che prowede alla chiamata descritta al precedentemente punto 4.3.1;

  • una volta assolti ai compiti indicati in precedenza, si portano sollecitamente nel punto di raccolta

per la formazione delle squadre di emergenza per mettere in atto le azioni previste al precedente punto 5 (comportamenti per la gestione delle emergenze).

Durante la prossima prova di evacuazione sarebbe bene che anche gli addetti anti-incendio non direttamente coinvolti nella prova simulassero una situazione di emergenza, seguendo il piano scritto per l'edificio.

Ad esempio al segnale d'allarme della prova il coordinatore potrebbe:

  • recarsi in direzione del punto di ritrovo e seguire le istruzioni del coordinatore dell'emergenza